La strada dell’Integrazione posturale

L’integrazione fasciale, come la Bioenergetica, è un modello terapeutico che si propone di aiutare l’individuo a riappropriarsi del proprio corpo, e lo sostiene per vivere una vita più piena ed autentica. A questo scopo le tecniche si focalizzano sulle funzioni basilari del corpo come il respiro, il movimento, la percezione e l’espressione dei vissuti profondi. Gli studi ed approfondimenti dell’integrazione posturale sono recenti e molto avanzati e si intrecciano con diversi approcci come la Psicologia della Gestalt, la Psicologia Umanistica e la Bioenergetica.

Il creatore dell’Integrazione Posturale è stato il professore di filosofia Jack W. Painter, all’università di Miami negli anni 60 . Egli condusse una appassionata ricerca accademica e personale sull’unità corpo-mente che lo portò all’Integrazione Posturale e all’Integrazione Energetica, due percorsi di sviluppo personale a di auto esplorazione. Formato alla terapia reichiana ed alla Gestalt, ha lavorato con Marty Fromm, Fritz Perls, Raffaele Estrada Villa, Ida Rolf e Peter Levine. Jack Painter ha diretto l’International Center for Release and Integration di San Francisco e ha viaggiato regolarmente in tutto il mondo diffondendo il suo insegnamento in gruppi e seminari di formazione. Ognuno dei suoi collaboratori ha dato un contributo all’integrazione posturale a seconda dei propri approcci.

 Ad esempio Fritz Perls fonda a New York nel 1952 il Gestalt Institute. Perls ed i suoi collaboratori insieme a Rollo May, Carl Rogers e J.L. Moreno,  attraverso la Psicoterapia della Gestalt, fondano i presupposti sul fatto che l’uomo non percepisce le cose come elementi distinti e sconnessi, ma organizza il suo modo di vedere, in un mondo di insiemi significativi e mediante processi creativi. La parola tedesca Gestalt,  significa forma, schema, rappresentazione. Pertanto si parla anche di  Psicologia della Forma, che considera l’uomo come un organismo unificato capace di funzionare su più livelli: mente, emozioni e corpo. L’Integrazione Fasciale prende molto dalla Gestalt, soprattutto nella riappropriazione delle parti “scisse” e nella gestione del confine corporeo. Attraverso il contatto corporeo si acquisisce il senso del Sé, la propria identità, che comincia da quando siamo piccoli. Il corpo è quindi la dimensione psicologica che distingue una persona dall’altra, una persona da un oggetto o una persona dalle sue stesse qualità. Attraverso il contatto con le manovre di Integrazione Fasciale, (esse non sono semplici pressioni meccaniche, ma agiscono interattivamente), il corpo prende vita e rivela le sue espressioni. Possiamo allora vedere ciò che il corpo manifesta, le sue voci profonde.

Anche l’italiano Roberto Assagioli, psichiatra – psicoterapeuta, (1888 – 1974), basandosi su una visione dinamica dell’uomo quale essere bio-psico-spirituale, fonda la Psicosintesi. Il percorso psicosintetico è una introspezione e una conoscenza di sé.

L’integrazione fasciale come la psicosintesi ha l’obiettivo di raggiungere una maggiore armonia dei molteplici aspetti dell’individuo.  Le manovre di Integrazione fasciale hanno un effetto diretto sulle forze impulsive e su tutte quelle reazioni involontarie difficili da identificare in qualsiasi altra relazione di aiuto basata solo sulla parola. Nel lavoro corporeo tutti questi segnali appaiono chiaramente per essere codificati. Fanno parte delle espressioni più autentiche della nostra persona, quelle che si celano spesse volte dietro i ruoli e le attitudine consolidate. Se la parola sintesi in psicosintesi indica l’unità armonica di più aspetti della persona, spesso in contrasto o opposti tra loro, il termine integrazione nell’integrazione fasciale è il processo di riappropriazione dei vissuti rimossi.

Promozione del Benessere Bio-Energetico

a cura della Dr.ssa Adriana Poliseno

Sinergia di metodiche applicative, di attività di movimento corporeo che promuovono il benessere psicofisico, incontri di gruppo per accompagnare il cliente verso una promozione della cultura personale e dell’integrazione mente/corpo. Una vasta possibilità di scelta in base al proprio bisogno e capacità. Percorsi per sentirsi integrati nelle proprie capacità energetiche ed espressive.